Cerca nel sito
Chiudi
Prestazione

Gastroscopia

Dove
Milano, Monza e dintorni
Bologna
Brescia
Bergamo e dintorni
Vigevano
Roma

Ti informiamo che puoi accedere alla prestazione SOLO se hai già effettuato il CONSULTO PRELIMINARE ESAME ENDOSCOPICO (colonscopia o gastroscopia) in sede o online. Altrimenti clicca qui e prenota il CONSULTO PRELIMINARE ESAME ENDOSCOPICO (colonscopia o gastroscopia) in sede o online.

Il pagamento della seduta è anticipato e avverrà al momento della prenotazione. Eventuali esami istologici o altri accertamenti eseguiti il giorno dell'esame andranno saldati a parte in sede.

Se vuoi effettuare questo esame mediante assicurazione chiama il Service Center allo 0289701701.

Puoi disdire l'appuntamento entro il giorno precedente l'esame. In caso di assenza, disdetta oltre il termine o di condizioni che non consentono di effettuare la seduta (es: mancata preparazione), la prestazione NON SARÀ RIMBORSATA.
Note di preparazione
Ti invitiamo a stampare e prendere visione dei documenti relativi alla preparazione da eseguire a questa pagina.

Che cos'è la gastroscopia?

L'esofago-gastro-duodenoscopia è un esame indolore che consente di osservare direttamente l'interno dell'esofago dello stomaco e del duodeno (la prima parte dell'intestino), mettendo in evidenza eventuali alterazioni. Si utilizza una sonda particolarmente flessibile, il gastroscopio, che ha un diametro molto piccolo di circa 1 cm e possiede una telecamera e una luce sulla punta.

Cosa fare prima dell'esame?

Per accedere all'esame è necessario prenotare un consulto preliminare per esame endoscopico, in sede o online.

Consulto Preliminare Esame Endoscopico (colonscopia O Gastroscopia)  
Videoconsulto Preliminare Esame Endoscopico (colonscopia O Gastroscopia)  

Prima di effettuare prenditi un po' di tempo per leggere e seguire scrupolosamente norme di preparazione. La corretta esecuzione di queste norme permetterà all'operatore una visione ottimale. In caso di non rispetto delle norme di preparazione, infatti, l'esame sarà rinviato e occorrerà ripetere la preparazione in modo più scrupoloso.

Durante l'esame ricordati di potare con te la prescrizione del medico (senza non sarà possibile procedere) ed eventuali referti radiologici o di precendenti gastroscopie o colonscopie.

Quali documenti devo leggere e compilare prima dell'esame?

Per effettuare la gastroscopia leggi e compila attentamente questi documenti: 

  • La nota informativa e compilare il consenso informato che poi verrà firmato insieme al medico endoscopista.

  • Le norme di preparazione, che dovranno essere seguite scrupolosamente e la check-list.

  • L'anamnesi, che sarà poi rivalutata con il medico.

  • La nota informativa e del consenso informato sulla sedazione.

Come si accede?

Potrai accedere all'esame solo con la prescrizione medica, rilasciata da non più di tre mesi.

Eventuali biopsie che dovessero essere eseguite durante l'indagine non sono comprese nel costo della prestazione.

Come si svolge l'esame?


A digiuno, sarai invitato a stenderti sul lettino, sul fianco sinistro e ti sarà posizionato un boccaglio tra i denti per evitare di mordere lo strumento durante l'esame.

L'endoscopio verrà fatto passare attraverso la gola e poi lentamente attraverso l'esofago e lo stomaco fino al duodeno. Guardando il video nel monitor il medico endoscopista avrà una chiara visione della parete interna dell'esofago, dello stomaco e del duodeno (la prima parte dell'intestino tenue) e potrà quindi individuare o escludere la presenza di malattie di questi organi. Questa procedura fornisce informazioni precise e immediate e consente - in alcuni casi valutati dal medico durante l'esame - di eseguire biopsie, cioè il prelievo di piccoli frammenti di mucosa, per ottenere diagnosi ancora più precise. Le biopsie sono del tutto indolori e verranno successivamente inviate al laboratorio per l'analisi istologica.

La durata dell'esofago-gastro-duodenoscopia è solitamente breve, dell'ordine di pochi minuti. Rilassatevi e respirate lentamente e profondamente per controllare l'eventuale sensazione di vomito e per consentire al medico di portare a termine più velocemente la procedura.

In caso di presenza di polipi il medico può valutarne l'asportazione attraverso la polipectomia.

Cosa fare dopo l'esame?

Al termine dell'esame, prima di tornare a casa, dovrai rimanere in ambulatorio per 15-60 minuti. Il referto dell'endoscopia ti sarà consegnato immediatamente, mentre per l'esito di eventuali biopsie bisognerà attendere alcuni giorni. Nel caso in cui sia stata eseguita una polipectomia durante l'esame, sarà il medico endoscopista a decidere se farti rimanere in osservazione per un tempo superiore.

Prima di assumere cibi o bevande attendi la scomparsa della sensazione di gonfiore alla gola, effetto dell'anestesia. Nel caso in cui siano state effettuate biopsie è necessario assumere cibi o bevande a temperatura ambiente nella giornata dell'esame.

Ti consigliamo di non metterti alla guida nelle 12 ore successive all'esame.

In quali casi viene prescritta?

Sintomi come dolore, nausea, vomito o difficoltà di digestione: in questi casi la gastroscopia può essere utile a individuare la causa e impostare la terapia. È utile anche per individuare la fonte di un sanguinamento che parta dall'esofago, stomaco, duodeno o di alcune anemie da causa ignota. Le biopsie consentono di avere una diagnosi precisa e mirata. Il prelievo di tali frammenti è del tutto indolore e si effettua mediante l'uso di piccole pinze che vengono introdotte attraverso la sonda stessa.

Possono esserci complicanze?

L'esofago-gastro-duodenoscopia diagnostica è una procedura sicura ma, essendo un esame che utilizza strumenti che vengono introdotti all'interno del corpo, può andare incontro ad alcune complicanze, come la perforazione, l'emorragia e problemi cardio-respiratori. Si tratta, comunque, di complicanze molto rare, infatti la perforazione si manifesta in percentuale di 1 caso su 10.000 esami eseguiti e l'emorragia di 1 caso su 3.000.

Anche le complicanze cardio-respiratorie sono rare, ma soprattutto non prevedibili in quanto possono comparire anche in soggetti senza precedenti disturbi e si manifestano in 1 caso su 1.000 gastroscopie diagnostiche eseguite. Oltre a queste più comuni, possono insorgere altre complicanze, più o meno gravi, assolutamente non prevedibili anche a carico di organi diversi dal tubo digerente, legate a particolari condizioni del paziente. Nella maggior parte dei casi le complicanze segnalate si risolvono dopo un breve periodo di osservazione in ambulatorio o in ospedale, solo in rarissimi casi è necessario un intervento chirurgico.

Quali sono le alternative?

L'alternativa è rappresentata dalla radiografia delle prime vie digestive che a volte non chiarisce tutti i dubbi ed in questi casi deve essere integrato dalla successiva gastroscopia.

LA PAROLA CHI HA GIÀ FATTO L'ESAME

“L'esame è andato molto bene e sono molto soddisfatto di come è andata la visita. Non è la prima volta che vengo al Santagostino, ma ho scelto di ritornarci anche per questo esame importante perché mi fido e perché è il miglior modo per evitare le attese. Vi sceglierei di nuovo ad occhi chiusi”


“Per me è stata la prima esperienza al Santagostino, sono stato consigliato da un amico, che da anni è un utente del Santagostino così come la sua famiglia. La sua esperienza positiva e il legame di fiducia che si è creato con la struttura è stato fondamentale per orientare la mia scelta. Mi sono trovato davvero molto bene, sia al momento della prenotazione, che è stata molto semplice e veloce, sia al momento della visita. I ragazzi all'accettazione sono stati molto gentili e hanno saputo rispondere a tutte le mie domande. Sono stato contento di non aver cercato altrove ma di essere venuto subito qui!”


“Ho deciso di effettuare l'esame dopo una visita gastroenterologica effettuata sempre al Santagostino. Sono già paziente da molto tempo perché mi fido, sono soddisfatto e mi sono sempre trovato bene. Ho apprezzato molto la possibilità di poter scegliere lo specialista più adatto alle mie esigenze”.

Gastroscopia: quanto costa?

La prestazione Gastroscopia al Santagostino costa 250 euro.

Specialità

  • Gastroenterologia
  • Endoscopia digestiva

Equipe

Gianalberto
Grasso
Michele
Russo
Antonella
Spinelli